martedì 19 febbraio 2013

Aloe e metabolismo: i vantaggi...

Da sempre nota per le sue proprietà immunostimolanti, l’aloe può essere impiegata con successo anche nei casi di sovrappeso e cellulite. Questa è una pianta preziosa per ripristinare e regolare numerose funzioni essenziali per l’organismo. Inoltre, è antiossidante, rivitalizzante, antiosteoporosi e bruciagrassi.



Perché l’integrazione è efficace
L’integrazione si effettua impiegando il succo e la polpa dell’Aloe arborescens che contengono calcio e fosforo, indispensabili per ossa e denti; potassio, drenante e antiritenzione; zinco, utile per la pelle; magnesio, antifame nervosa; cromo, necessario per regolare i livelli di zuccheri nel sangue e mantenere attivo il metabolismo; vitamina E, antiossidante, permette di assimilare meglio i principi attivi dell’aloe; vitamine del gruppo B, fondamentali per il sistema nervoso; vitamina C, antiossidante e stimolante della produzione del collagene, quindi antirughe; monosaccaridi e polisaccaridi dalle potenti proprietà immunostimolanti; aminoacidi essenziali (che il corpo deve assumere perché non li produce da sé). Per godere delle preziose proprietà dell’Aloe arborescens e trarre il massimo del beneficio, occorre utilizzare la foglia fresca con almeno 5-7 anni di crescita (ma la trovi in commercio anche in comodi flaconcini già pronti all’uso), perché a quest’età il contenuto di aloina (una sostanza che provoca diarrea e dolori addominali) non apporta danni all’organismo, ma vantaggi terapeutici che si sommano a quelli degli altri principi attivi.
Quando è indicata
È utile soprattutto per le donne che hanno superato i 30 anni, quando cominciano le prime variazioni del metabolismo che si manifestano poi in modo più accentuato dopo i 40 e i 50 anni e con l’avvento della menopausa.
Quello che puoi ottenere in un mese
Ridurre ritenzione e cellulite e perdere 2-3 chili di peso corporeo abbinando l’assunzione dell’aloe a una dieta finalizzata al dimagrimento.
Combatte anche la fame nervosa
Se mangi per stress, assumi l’aloe come spuntino, unendola a un frullato di frutta di stagione: ne assimilerai più velocemente i principi attivi che vincono lo stress. Il risultato? Un maggior controllo dell’appetito e una maggior scorta di sostanze benefiche per corpo e mente.




I 10 componenti della Pianta della Vita.


I componenti di Aloe Vera possono essere suddivisi in ben 10 gruppi:
1. Vitamine
L'Aloe è ricca di tutte le vitamine esclusa la vitamina D. In particolare l'antiossidante vitamine A (beta-carotene), C ed E e contiene anche una traccia di Vitamina B12, una delle poche fonti vegetali di questa vitamina. Questo è importante per i vegetariani e I vegani.
2. Enzimi
Gli enzimi sono catalizzatori biochimici che assunti per via orale aiutano la digestione di grassi e zuccheri.
Uno in particolare, il Bradykinase, contribuisce a ridurre l'infiammazione dello stomaco e se usato localmente sulla pelle, su ferite o scottature riduce il dolore e aiuta la ricostruzione dei tessuti morti.
3. Minerali
Nell'aloe sono presenti calcio, potassio sodio, manganese, magnesio, rame, zinco, cromo e anti-ossidante Selenio. I minerali sono essenziali per il corretto funzionamento dei diversi sistemi enzimatici per il metabolismo.
4. Zuccheri
Si trovano nella parte interna della pianta e rivestono il gel, il succo. Sono conosciuti come mucopolisaccaridi, rafforzano il sistema immunitario e aiutano a disintossicarsi. L'Aloe Vera contiene sia mono che polisaccaridi, ma soprattutto glucosio e mannosio. Questi zuccheri sono ingeriti completamente dall'intestino, non vengono "ripartiti" come altri zuccheri, e compaiono nel sangue esattamente nella stessa forma. Questo processo è noto come pinocytosis. Una volta entrati nel flusso sanguigno sono in grado di esercitare il loro effetto immuno-ematologico. Alcuni di questi polisaccaridi prevengono il calo di zuccheri.
5. Antrachinoni
Ci sono dodici di questi composti fenolici che si trovano esclusivamente nella linfa delle piante. In piccole quantità hanno effetti anti-batterici e anti-virali, leniscono dolori gastrointestinali. L'Antrachinoni è effettivamente benefico in piccole quantità, se si eccede può provocare diarrea e non va assunto in gravidanza.
6. Lignina
Questo di per sé è una sostanza inerte, ma fa si che le sostanze presenti nell'Aloe Vera, vengano assorbite dalla pelle in modo assolutamente fuori dal normale potenziale di assorbimento della pelle.
7. Saponine
Queste sostanze formano circa il 3% del gel di Aloe Vera e sono le spazzine, depurano ed hanno proprietà antisettiche. Le saponine agiscono come antimicrobici nei confronti di batteri, virus, funghi e lieviti.
8. Acidi grassi
Colesterolo, campesterolo, Sisosterol e Lupeol. Sono importanti agenti anti-infiammatori.
9. Acido salicilico
Presente nell'aloe è anche un componente importante dell'aspirina.
10. Aminoacidi
Il corpo ha bisogno di 22 aminoacidi - il gel di aloe prevede 20 di questi. Strepitoso vero? Ancora più importante, fornisce 7 degli 8 aminoacidi essenziali che l'organismo non può sintetizzare.
Dopo questa carrelata sulle componenti dell'aloe vi invito a seguire i prossimi articoli per le preparazione casalinghe.
Nel frattempo potete munirvi di una pianta di Aloe dal vostro vivaio di fiducia. E' essenziale che la pianta abbia 3-4 anni di vita. L'Aloe curativo è della varietà Arborescens e Barbadensis. Ultima raccomandazione: scegliete la pianta di coltura biologica.


Articolo correlato:

* "Acqua calda e limoni: come iniziare bene la giornata!!!" ... febbraio 2013. 
Acqua calda e limoni: come iniziare bene la giorna...
* "ERBE, TISANE ED ENERGIA COSMICA!!!! MEDICINA TRADIZIONALE CINESE!!!!!" ... dicembre 2012.
ERBE, TISANE ED ENERGIA COSMICA!!!! MEDICINA TRADI...


SEGUICI ANCHE SULLA PAGINA fb: http://www.facebook.com/quantoequantaltro?ref=hl  


5 commenti:

  1. Un insieme di informazioni che mi hanno cambiato la vita. Io affetta da colon irritabile e diverticoli ho sconfitto la patologia in questo modo. Inizialmente utilizzavo Aloe vera forever living, poi aloe vera zuccari ed infine tramite una mia cugina di Levanto che si sta curando un cancro con l'aloe arborescens(fino a 50 volte più terapeutica dell'aloe vera) della ditta Ghignone di Pecetto torinese. In 90 giorni di continua assunzione del succo puro aloe arborescens il mio medico si è stupito ...remissione totale, insomma i miei diverticoli erano spariti. Guardate il sito www.aloeghignone.com PS: Mi chiamo Antonella vivo a Marina di Massa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Antonella,
      grazie per aver condiviso con noi la tua esperienza!!! Andrò sicuramente ad approfondire sul sito che hai consigliato...

      Elimina
    2. I diverticoli sono sacche che si formano nel colon, cioè deformazioni perenni.
      Per favore non diciamo che con un farmaco i diverticoli sparisco, per questo occorre un intevento chirurgico, di questo passo possiamo dire anche che questa Aloe ha fatto ricrescere una gamba ad un mutilato.
      Ma chi sei, un addetto commerciale della ditta Ghignone?

      Elimina
  2. CHE L'ALOE ARBORESCENS PUO GUARIRE DAI DIVERTICOLI è VERO....PERò SENZA ALOINA (ANTRACHINONI ) NON ABBIAMO PROVE...IL SOLO GEL PUò DISINFIAMMARE...NON SO FINO A CHE PUNTO SU UN CASO SIMILE...QUINDI L'ALOE DI OTTAVIA GHIGNONE NON CONTIENE ANTRACHINONI ...PENSATECI SU UN PO VISTO CHE L'ARTICOLO SOPRA CITATO PARLA IN POSITIVO ARIGUARDO DI QUESTA RESINA LASSATIVA.

    RispondiElimina
  3. New Diet Taps into Pioneering Concept to Help Dieters Lose 15 Pounds in Only 21 Days!

    RispondiElimina